DivertimentoNotizia

11 takeaway dal libro di memorie del principe Harry, ‘Spare’

[ad_1]

La paura di parlare in pubblico si è trasformata in paura della folla, e poi attacchi di ansia in piena regola all’apice del suo trentesimo compleanno. Nel libro, Harry vede le afflizioni come una forma di disturbo da stress post-traumatico, attribuendole sia al servizio militare che alla morte di sua madre. Quando ha detto a suo padre cosa stava succedendo, Charles ha detto: “Suppongo che sia colpa mia. Avrei dovuto darti l’aiuto di cui avevi bisogno anni fa. Harry scrive: “Gli ho assicurato che non era colpa sua. Ma ho apprezzato le scuse.

Un viaggio al Polo Nord ha lasciato Harry con un certo disagio. “Quando sono arrivato a casa, sono rimasto inorridito nello scoprire che anche le mie regioni inferiori erano gelate, e mentre le orecchie e le guance stavano già guarendo, il todger no”, riferisce. Quando i rimedi casalinghi, come l’applicazione della crema Elizabeth Arden, non hanno funzionato, ha finalmente visto un medico.

Una sera durante il loro corteggiamento, “Meg ha detto qualcosa che ho preso nel modo sbagliato”, quindi “l’ho scattata contro di lei, le ho parlato duramente – crudelmente”. Meghan ha lasciato la stanza. «Sono andato a trovarla di sopra. Era seduta in camera da letto. Era calma, ma ha detto con tono calmo e pacato che non avrebbe mai sopportato che le si parlasse in quel modo. Harry scrive:

Voleva sapere da dove veniva.

Non lo so.

Dove hai mai sentito un uomo parlare così a una donna? Hai sentito gli adulti parlare in quel modo quando stavi crescendo?

Mi schiarii la gola, distolsi lo sguardo. Sì.

Harry ha detto a Meghan che aveva provato la terapia, ma non aveva aiutato. «No», gli disse. “Riprova.”

Lo scambio tra padre e figlio quando Harry ha annunciato la sua intenzione di sposarsi non è andato come previsto.

Vuole continuare a lavorare?

Dillo ancora?

Vuole continuare a recitare?

Oh, voglio dire, non lo so, non lo penserei. Mi aspetto che vorrà stare con me, fare il lavoro, sai, il che escluderebbe “Suits”… visto che girano a… Toronto.

Hmm, capisco. Bene, caro ragazzo, sai che non ci sono abbastanza soldi per andare in giro.

fissai. Di cosa stava parlando?

Lui ha spiegato. O ci ho provato. Non posso pagare per nessun altro. Devo già pagare per tuo fratello e Catherine.

Harry scrive: “Papà non ha sostenuto finanziariamente me e Willy, e le nostre famiglie, per generosità. Quello era il suo lavoro. Questo era l’intero affare. Abbiamo accettato di servire il monarca, andare ovunque fossimo stati inviati, fare tutto ciò che ci veniva detto, rinunciare alla nostra autonomia, tenere mani e piedi nella gabbia dorata in ogni momento, e in cambio i custodi della gabbia hanno accettato di nutrirci e vestirci .”

Ma non si trattava di soldi, ovviamente: “Pa potrebbe aver temuto l’aumento dei costi per mantenerci, ma quello che davvero non poteva sopportare era qualcuno di nuovo che dominava la monarchia, afferrando le luci della ribalta, qualcuno brillante e nuovo che arrivava e metteva in ombra lui.”

“Al pubblico era stato detto che sarei stato il testimone, ma quella era una bugia sfacciata”, scrive Harry. «Willy non voleva che facessi un discorso da testimone. Non pensava che fosse sicuro darmi un microfono dal vivo e mettermi in condizione di andare fuori sceneggiatura. Non aveva torto. Tuttavia, è riuscito a presentare alla coppia di sposi un perizoma di ermellino al ricevimento di nozze: “La stanza ha emesso un sussulto collettivo”, scrive, poi “una calda e gratificante ondata di risate”.

“Non riuscivo a pensare a un solo essere umano nei 300.000 anni di storia della specie che avesse fatto più danni al nostro senso collettivo della realtà”, scrive. Ma anche quelli assunti per scattare fotografie per i tabloid britannici sono bersagli della sua rabbia.

“I papà erano sempre stati persone grottesche, ma quando ho raggiunto la maturità erano peggio”, dice. “Erano più incoraggiati, più radicalizzati, proprio come i giovani in Iraq erano stati radicalizzati. I loro mullah erano editori, gli stessi che avevano giurato di fare meglio dopo la morte della mamma.»

[ad_2]

Source link

Related Articles

Back to top button