DivertimentoNotizia

DJ Paul chiarisce le richieste funebri di Gangsta Boo

[ad_1]

DJ Paul sta chiarendo i suoi precedenti commenti sul funerale di Gangsta Boo, dove ha detto di aver pagato per i servizi e ha spiegato perché era assente.

In una dichiarazione a TMZ lunedì (16 gennaio), il rapper Three 6 Mafia ha aggiunto gli altri grandi nomi che hanno contribuito a pagare il conto per il funerale di Boo. Ha anche notato quanto fosse “fastidioso” rivolgersi agli oppositori su un argomento così negativo.

“Il fatto che ho dovuto anche affrontare cose negative dette dietro le quinte è davvero fastidioso”, ha detto DJ Paul. “Ho guidato la pianificazione e ho pagato la maggior parte del funerale di Boo. Altri hanno cercato di aiutare come modo per mostrare l’amore di Boo. Era giusto includerli, dato che tutti amavamo Boo.

“Ho già dichiarato perché non ho partecipato al funerale e questo è esattamente il motivo, poiché penso che attirare l’attenzione non sia appropriato”, ha continuato. “Boo e la mia relazione era solo nostra, lei sapeva (e sa) dov’era il mio cuore. Non devo spiegarlo a nessuno”.

Secondo il rapporto, anche altre leggende di Memphis come Juicy J, 8Ball e MJG e altri hanno contribuito a pagare i servizi.

I commenti originali di DJ Paul sono arrivati ​​in un video Instagram cancellato da allora domenica mattina (15 gennaio) dopo che era stato chiamato online per non aver partecipato al servizio funebre di Gangsta Boo il giorno prima a Southaven, Mississippi.

“Lasciatemi spiegare qualcosa a tutti voi negri là fuori che avete qualcosa da dire sul fatto che non verrò al funerale di Boo”, ha iniziato. “N-gga, ho pagato per il funerale, zappa! Sono in muthafuckin’ tour e anche se non lo fossi, non faccio funerali, negro!

“L’ultima volta che sono stato a un funerale, non c’era nient’altro che un gruppo di groupie culo muthafuckin’ negri in quel muthafucka.”

Ha continuato: “Boo sai quanto l’amavo, so quanto mi amava, negro. Non ho niente da dimostrare a nessuno di voi lassù negri punk, groupie-ass.

Paul ha continuato ricordando a coloro che avevano qualcosa da dire sulla sua assenza che, se non fosse stato per lui, molti potrebbero non essere nemmeno a conoscenza dei talenti di Gangsta Boo.

DJ Paul reagisce alla partecipazione di Gangsta Boo e del fidanzato Emmett al “Marriage Boot Camp: Hip Hop Edition”

“Perché non ci sarebbero altro che quattro o cinque figli di puttana lì dentro se non fosse per chi ho creato. N-gga, quello che ho creato “, ha detto. «L’adolescente che ho trovato. Negro, sono io quello che ha scritto ‘Where Dem Dollas At’ hook, negro. Sono io quello che scriveva e produceva quella merda. Sì, ha fatto i suoi versi, ha fatto alcuni hook. Succoso [J] stava facendo battute, stava facendo ganci. Ma l’ho scoperta, negro! Sono andato a scuola con lei, lei è venuta a scuola con me.

Gangsta Boo è morta all’età di 43 anni il 1 gennaio nella sua città natale di Memphis.

Mentre DJ Paul non era presente al suo servizio, centinaia di persone in lutto tra cui GloRilla, Drumma Boy, La Chat, Memphitz e altri erano presenti per rendere omaggio.

TMZ riferisce che un album postumo di Gangsta Boo è ora in lavorazione, oltre ad altri progetti “speciali”.



[ad_2]

Source link

Related Articles

Back to top button