DivertimentoNotizia

Harvey Weinstein: la giuria di Los Angeles si trova in una situazione di stallo su fattori che avrebbero potuto aumentare la sua condanna

[ad_1]



Cnn

Dopo aver condannato l’ex produttore cinematografico Harvey Weinstein per stupro e violenza sessuale, martedì una giuria di Los Angeles non è riuscita a raggiungere un verdetto unanime su presunti fattori aggravanti che avrebbero potuto aumentare la sua pena.

Le tre accuse per cui Weinstein è stato condannato – stupro, penetrazione sessuale tramite oggetto estraneo e copulazione orale forzata – erano tutte legate a uno dei suoi accusatori, Jane Doe 1, una modella e attrice che ha testimoniato che il magnate del cinema l’ha aggredita in una stanza d’albergo di Beverly Hills nel febbraio 2013.

Ai giurati è stato chiesto di determinare se Jane Doe 1 fosse danneggiata e particolarmente vulnerabile, e se Weinstein avesse commesso i crimini con pianificazione, professionalità o raffinatezza.

Dieci membri della giuria hanno scoperto che i fattori aggravanti erano stati soddisfatti, ma due giurati non potevano essere influenzati, ha detto uno dei giurati alla CNN.

“La giuria ha affermato di non essere in grado di raggiungere un verdetto unanime su queste questioni”, ha dichiarato Lisa Lench, giudice della Corte superiore di Los Angeles, secondo un rapporto del pool. “Ho intenzione di dichiarare un errore giudiziario rispetto alle accuse”.

Se la giuria avesse ritenuto Weinstein colpevole delle aggravanti, una nuova legge della California avrebbe quindi consentito al giudice di emettere una sentenza più severa.

I giurati avevano deliberato per diverse ore martedì. Dopo che la giuria ha indicato che ulteriori deliberazioni non li avrebbero influenzati, né l’accusa né la difesa hanno spinto affinché i giurati deliberassero ulteriormente.

Quando Lench ha chiesto al procuratore Paul Thompson se Weinstein sarà ritentato sui conteggi dello stallo, il rapporto del pool ha detto che ha risposto: “Dobbiamo prima di tutto consultare le vittime”.

La condanna di Weinstein è stata provvisoriamente fissata per il 9 gennaio, con Lench che ha consentito solo a Jane Doe 1 di offrire una dichiarazione sull’impatto della vittima. Dovrebbe servire 18 anni.

“Harvey Weinstein ha distrutto per sempre una parte di me quella notte del 2013. Non lo riavrò mai indietro”, ha dichiarato Jane Doe 1 in una dichiarazione rilasciata tramite il suo avvocato. “Il processo penale è stato brutale. Gli avvocati di Weinstein mi hanno fatto passare l’inferno sul banco dei testimoni. Ma sapevo che dovevo vederlo fino alla fine, e l’ho fatto … spero che Harvey Weinstein non veda mai l’esterno di una cella di prigione durante la sua vita.

Il magnate del cinema caduto in disgrazia è stato dichiarato colpevole lunedì di tre delle sette accuse contro di lui nel suo secondo processo per violenza sessuale. Nel 2010 la giuria ha assolto Weinstein dall’accusa di aggressione sessuale nei confronti di un massaggiatore in una stanza d’albergo.

Erano una giuria sospesa su un conteggio di violenza sessuale per contenzione, un conteggio di copulazione orale forzata e un conteggio di stupro relativo ad altre due donne, tra cui Jennifer Siebel Newsom, regista e primo partner del governatore della California Gavin Newsom.

Weinstein si era dichiarato non colpevole di tutte le accuse contro di lui. Il suo portavoce si è detto “deluso” dall’esito del processo, ma “è pronto a continuare a lottare per la sua innocenza”.

Il verdetto è stato raggiunto quando i giurati sono entrati nella loro terza settimana di deliberazioni, incontrandosi per un totale di 41 ore in un periodo di 10 giorni dopo settimane di testimonianze spesso emotive.

Due giurati che hanno parlato con la CNN dopo essere stati licenziati dal tribunale martedì hanno condiviso i loro pensieri sul processo, affermando entrambi che la politica non ha avuto assolutamente alcun ruolo nelle loro deliberazioni.

“Tutti si sono resi conto del peso di questa prova. C’è molto da fare su questo per entrambe le parti “, ha detto Michael, un giurato di 62 anni che ha rifiutato di condividere il suo cognome.

Michael ha affermato che il contatto che gli accusatori hanno avuto con Weinstein in seguito alle loro presunte aggressioni è stato un fattore chiave nel decidere il verdetto. Ciò è stato specificamente applicato a Siebel Newsom, che, secondo dozzine di e-mail presentate come prova nel processo, ha mantenuto i contatti con Weinstein.

Michael ha detto di aver trovato Jane Doe 1 la più convincente.

“Ci siamo sentiti orribili per tutti”, ma sembrava che l’aggiunta di testimoni non accusati creasse confusione per alcuni giurati, ha detto Jay, un altro giurato che ha anche rifiutato di condividere il suo cognome.

“Tutti sembravano credibili. È difficile provarli tutti con il tempo e la memoria”, ha aggiunto Jay.

Elizabeth Fegan, un avvocato che rappresenta Siebel Newsom, identificata in tribunale come Jane Doe 4, si è detta delusa dal fatto che la giuria non sia riuscita a raggiungere un verdetto unanime sulle accuse relative al suo cliente.

“La mia cliente, Jane Doe 4, ha condiviso la sua storia non con l’aspettativa di testimoniare, ma per sostenere tutti i sopravvissuti che si sono fatti avanti coraggiosamente”, ha detto Fegan in una dichiarazione alla CNN. “Mentre siamo rincuorati dal fatto che la giuria abbia ritenuto Weinstein colpevole per alcuni dei capi d’accusa, siamo delusi dal fatto che la giuria non sia riuscita a raggiungere un verdetto unanime su Jane Doe 4. Continuerà a lottare per tutte le donne e tutti i sopravvissuti agli abusi contro un sistema che permette alla vittima di essere svergognata e nuovamente traumatizzata in nome della giustizia”.

Weinstein è a due anni di condanna a 23 anni per una condanna a New York del 2020, che i suoi avvocati hanno fatto appello, ponendo maggiore attenzione sull’esito del processo a Los Angeles.

Il processo durato una settimana a Los Angeles ha visto la testimonianza emotiva degli accusatori di Weinstein – un modello, un ballerino, un massaggiatore e Siebel Newsom – a tutti è stato chiesto di raccontare i dettagli delle loro accuse contro di lui, fornire dettagli sugli incontri con il produttore di anni fa , e spiegare le loro reazioni alle presunte aggressioni.

Inoltre, quattro donne hanno testimoniato di essere state sottoposte a comportamenti simili da parte di Weinstein in altre giurisdizioni.

Weinstein inizialmente ha affrontato 11 accuse, ma quattro conteggi collegati a una donna senza nome sono stati ritirati senza spiegazioni. Non ha testimoniato al processo.

Nelle discussioni conclusive, il vice procuratore distrettuale della contea di Los Angeles Marlene Martinez ha definito Weinstein un “titano” che ha usato il suo potere a Hollywood per depredare e mettere a tacere le donne.

Nel frattempo, gli avvocati di Weinstein hanno sostenuto che le accuse sono state inventate o avvenute consensualmente come parte di una “relazione transazionale” con il produttore del film, affermando ripetutamente che non ci sono prove di aggressione.

L’avvocato difensore Alan Jackson ha definito gli accusatori “fama e cercatori di fortuna”.

Jane Doe 2, che è stata identificata come Lauren Young, ha detto al suo avvocato Gloria Allred per telefono che era felice che Weinstein fosse stato condannato per alcuni capi nonostante ci fosse un errore giudiziario sul suo conteggio, ha detto Allred in una conferenza stampa dopo il verdetto.

“Sono sollevato che Harvey Weinstein sia stato condannato perché merita di essere punito per i crimini che ha commesso e non può più usare il suo potere per intimidire e aggredire sessualmente più donne”, ha detto Young in una dichiarazione letta da Allred.

[ad_2]

Source link

Related Articles

Back to top button